RiMaflow: come nasce una cooperativa per il riciclo dei RAEE

Di , scritto il 08 Marzo 2013

RiMaflow è il nome di una neonata cooperativa con sede a Trezzano sul Naviglio, nata dopo il fallimento della Maflow SpA, importante azienda che produceva componenti per il settore automotive. Dopo la chiusura dello stabilimento, un gruppo di operai non si è dato per vinto: dopo aver seguito un apposito corso di formazione hanno creato una cooperativa per riciclare rifiuti elettronici con sede nei capannoni della loro ex azienda. Ora, armati di pinze e seghetti smontano computer, lavatrici, elettrodomestici separandone i vari componenti. Grazie al passaparola è la gente della zona a portare le macchine vecchie, invece di conferirle in discarica. Iniziano ad arrivare commesse di lavoro e sono iniziate le trattative con vari sindaci della provincia per una proficua collaborazione. Ecco: una bella idea per creare un’opportunità di lavoro che va nella direzione della salvaguardia dell’ambiente, fa fronte alla crisi creando posti di lavoro e che potrebbe essere benissimo replicata in altre città e in altri quartieri.


19 commenti su “RiMaflow: come nasce una cooperativa per il riciclo dei RAEE”
  1. Marco ha detto:

    Ciao sono di Brescia….mi stò interessando anche io di qualcosa di simile. Se c’è qualcuno nella zona che vuole provare a vedere come ci si può muovere, mi contatti……magari 2 o piu teste sono meglio di una 😉
    Buona crisi a tutti 😉
    beltramimarco66@gmail.com

  2. Miky78 ha detto:

    Io sarei interessata a collaborare attivamente alla replica di tale iniziativa in zona Vicenza e/o Verona.Se ci sono altre persone interessate lascio il mio indirizzo email salit78@gmail.com

  3. Nicoletta ha detto:

    E anche il sito
    http://rimaflow.it/

  4. Cinzia Di Pillo ha detto:

    Bravi andate avanti . E’ cosi’ che sie deve fare. Aiutarci!!!!!!

  5. maria luisa gallesi ha detto:

    cellulari – server – stampante – televisore
    Vorrei sapere se possono interessare e dove consegnarli. Grazie

  6. efisio ha detto:

    Sto seguendo i vostri commenti e mi piacerebbe avere delle notizie in merito. Questa idea di fare la raccolta degli elettrodomestici la penso dal 2006 ma non so come muovermi. Io abito a Cagliari e mi piacerebbe poter fare su questo settore un’attività. Ho provato a chiedere al comune della mia residenza, ma mi è stato detto poco o nulla. Se la vostra cooperativa mi potrebbe dare un mano come muovermi o come fare vi ringrazierei. Saluti e grazie

  7. Luciano Romagnano ha detto:

    Il recapito telefonico (tutto da verificare), potrebbe essere quello della precedente
    ditta Maflow: 02 – 48 45 91 (fonte pagine Gialle)
    Indirizzo: Via G. Boccaccio, 1 – 20090 – Trezzano sul Naviglio (MI)

  8. graziano ha detto:

    vorrei sapere se possibile avere contatti con qualcuno della rimaflow per prendere in considerazione di realizzare un simile progetto in zona Biella.Grazie saluti.

  9. Sebbino ha detto:

    Ottima idea…vorrei intraprendere questa attività nella zona di Roma nord insieme ad un gruppo di amici rimasti disoccupati(periti elettronici,meccanici manutentori,saldatori,operatori galvanici,operai generici,informatici e programmatori)tutte persone gia’formate e disponibili subito.gradirei contatto telefonico per maggiori informazioni.grazie

  10. gilberto ha detto:

    E’ QUELLO CHE HO CHIESTO ANCH’IO. FORSA LA RIMAFLOW PREDILIGI ALTRI CANALI ?
    MI DISPIACEREBBE PORTARE ALLE PPDD DEL MATERIALI CHE A LORO FAREBBE COMODO. ggagliardi

  11. dario ha detto:

    Vorrei un recapito o un indirizzo della rimaflow,
    grazie!

  12. vincenzo ha detto:

    Mi sembra una buona idea! Ho già intrapreso in piccolo questa strada, sarebbe interessante farne l’attività principale. Abito in provincia di Torino e vorrei sr possibile maggiori informazioni

  13. gilberto ha detto:

    Non trovo il n° di telefono per chiamare qualcuno della Rimaflow o la la mail cui scrivere. Vorrei sapere quali materiali posso portare per non portare cose inutili (ho un PC a torre con installato XP, funzionante che volevo portare alle ppdd; ho anche un pinguino completo di tubi flessibili e bocchette varie di raccordo, perfettamente funzionante ecc). Qialcuno mi può aiutare per aiuitare Rimaflow? Saluti gilberto gagliardi
    Viawashington, 50
    20146 Milano
    t. 024980180 // 3402580937

  14. mauro soana ha detto:

    Sarebbe possibile avere un colloquio con chi ha intrappreso questa iniziativa per esaminare l’ipotesi di realizzare qualche cosa di simile zona Brescia? grazie per la eventuale cortese risposta

  15. vittorio ha detto:

    come si può partecipare ai corsi di formazione per il riciclo dei componenti elettronici’?
    grazie


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009