Distacco dal riscaldamento centralizzato nei condomìni: informazioni utili

Di , scritto il 08 Gennaio 2014

riscaldamento autonomoE’ assai comune che le esigenze dei singoli nuclei familiari abitanti un condominio possano variare moltissimo per quanto riguarda il riscaldamento: mentre una famiglia con bambini piccoli o anziani potrebbe necessitare di un impianto acceso per la maggior parte della giornata, una costituita da una coppia o da un single che lavorano tutto il giorno per fare rientro soltanto la sera potrebbe trovare molto più conveniente ed ecosostenibile gestire un impianto di riscaldamento autonomo.

Con la riforma del condominio introdotta nel 2102, il distacco dal riscaldamento centralizzato da parte di un singolo proprietario è un diritto sancito dalla legge. Che però cita due condizioni rigorose:
* che il distacco dall’impianto generale non causi un notevole squilibrio termico
* che esso non porti a un aggravio di spesa per gli altri condòmini.

Chi desidera staccarsi dall’impianto centrale ha l’onere di dimostrare che la decisione non comporterà le due conseguenze sopra citate e può farlo richiedendo e fornendo i dati di una apposita perizia tecnica. Con il distacco di un appartamento dall’impianto, il consumo della caldaia dovrebbe diminuire – però resta da appurare che questa riduzione del consumo equivalga esattamente alla quota che il condòmino avrebbe pagato – e che non sia invece inferiore.

Occorre però ricordare che anche il condomino “distaccato” è tenuto a corrispondere la sua quota (millesimale) di spese relative alla proprietà dell’impianto centralizzato, ovvero quelle per la manutenzione ordinaria e straordinaria della caldaia a gas o a gasolio che sia. Il risparmio economico è quindi minore di quanto ci si aspetterebbe a prima vista, anche se ovviamente tutto dipende dalle abitudini e dai bisogni soggettivi del proprietario di un dato appartamento. Sicuramente, se l’impianto autonomo viene tenuto acceso per 10-11 ore al giorno, probabilmente la convenienza economica dell’autonomia verrà a mancare. Per le controversie occorre rivolgersi a un Giudice di Pace.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009