I mattoncini LEGO diventano ecologici

Di , scritto il 07 Marzo 2018

In arrivo un cambiamento epocale tra i giochi per bambini. La LEGO inizierà a produrre una parte dei suoi famosissimi mattoncini con materiali eco-friendly. A partire da quest’anno sarà infatti impiegato il polietilene estratto dalla canna da zucchero. Tecnicamente i blocchi colorati saranno identici ai LEGO in plastica convenzionale (derivata dal petrolio) e saranno anche riciclabili. Secondo quanto comunicato dall’azienda la nuova bioplastica risponderebbe a tutti gli standard di qualità e sicurezza richiesti dalle normative. Bambini e genitori non noteranno alcuna differenza nella qualità o l’aspetto dei nuovi elementi. E la canna da zucchero proveniente dal Brasile sarà conforme alle linee guida della Bioplastic Feedstock Alliance.

Ma anche l’impiego delle bioplastiche non è indenne da discussioni. Il principale oggetto di critica è il fatto che la coltivazione di piante come materia prima ruba terreno prezioso alla coltivazione di piante commestibili. È comunque un fatto altamente positivo che una grande società come LEGO, il cui core business è basato sulla lavorazione della plastica, si sia messa alla ricerca di nuove alternative e soluzioni, facendo da apripista per le aziende del settore.

Quanto a noi consumatori, la raccomandazione più importante rimane quella di prolungare il più possibile la vita dei mattoncini LEGO, preferendo l’opzione di regalarli (o venderli!) invece di buttarli via quando nessuno in casa li usa più.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009