Mattoni in canapa e calce: il materiale di costruzione più ecocompatibile

Di , scritto il 06 Novembre 2013

Mattoni calce canapaSi chiamano biomattoni e sono costituiti da una miscela di canàpulo (ovvero, la parte legnosa della pianta di canapa) e un legante a base calce. Un materiale del tutto naturale dotato di particolari caratteristiche interessanti dal punto di vista ambientale: è un ottimo isolante termico sia nel periodo invernale che in quello estivo e un regolatore dell’umidità (nel senso che è in grado di inglobare vapore acqueo e di rilasciarlo al bisogno). Un edificio costruito ex novo oppure ristrutturato/riqualificato con canapa e calce si gode quindi di un livello di temperatura e di umidità relativa costanti – ne deriva un enorme vantaggio dal punto di vista delle spese e al livello di comfort abitativo.

Questo tipo di materiale è oggi già abbastanza diffuso sul mercato e a livello globale. Il vantaggio dell’impiego della canapa risiede anche nel fatto che la pianta è coltivabile sul territorio italiano e non deve essere importata dall’estero (di fatto, si stanno già moltiplicando gli ettari di questa coltivazione su tutto il territorio nazionale – che porterà presto a una produzione a chilometri zero). Per certi versi la fibra di canapa è più “green” del legno, solitamente considerato il materiale ecologico per eccellenza.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009