Trasformare i mozziconi di sigaretta in carbone: ora si può

Di , scritto il 06 Marzo 2018

Qualche tempo fa facevamo notare come i mozziconi di sigaretta siano gli oggetti non biodegradabili di cui il Pianeta è più cosparso in assoluto. Ma di recente quattro giovani liguri hanno trovato un modo per riciclare i mozziconi mediante la carbonizzazione idrotermale, una tecnica di smaltimento dei rifiuti organici che è eco-compatibile. Mediante un processo chimico, i mozziconi e la nicotina vengono trasformati in carbone, dal quale in seconda battuta si ottengono dei pigmenti impiegabili dall’industria delle vernici.

I quattro giovani (Fabio Corradi – ingegnere biomedico, Paolo Giusto – chimico industriale e Thomas Virdis – biotecnologo e Xavier Ferrari – designer) hanno fondato la start-up “Eco2Logic”, che ha già ottenuto importanti riconoscimenti, tra cui la quinta edizione di Smart Cup Liguria 2017. La ricerca di finanziamenti per l’acquisto dei macchinari necessari è a buon punto. La fornitura della materia prima sembrerebbe invece essere garantita da Costa Crociere, le cui navi da crociera ospitano migliaia di passeggeri che producono enormi quantità di mozziconi di sigarette. Lo stesso processo chimico è comunque applicabile anche per il riciclo d foglie, talee, rami e altri rifiuti organici. L’obiettivo a cui mirano è di mettere in piedi un’azienda in grado di produrre quattromila tonnellate di carbone l’anno.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009