Sostenibilità e riciclaggio nel mondo degli smartphone

Di , scritto il 05 Giugno 2021
smartphone

Il mondo degli smartphone è entrato a far parte delle nostre abitudini, con il telefono cellulare che è diventato sempre più uno strumento imprescindibile nella vita di ognuno di noi. Tuttavia, uno dei problemi principali che la nostra generazione e le future si troveranno a dover affrontare riguarda senza ombra di dubbio la questione ambientale.

Se ci si ferma solo un attimo a pensare, si realizzerà facilmente come ognuno di noi cambi più o meno regolarmente dispositivo per passare ad un modello con più memoria, più applicazioni disponibili, una maggior durata della batteria. Bastano pochi anni per assistere alla comparsa di una nuova generazione di telefoni, ma questo quanto costa all’ambiente?

Tutti noi abbiamo, nel cassetto, uno o più dispositivi, magari ancora funzionanti, che però non usiamo più. Dobbiamo quindi fare i conti con lo smaltimento di questi materiali, spesso difficilmente riciclabili ed in netto aumento col passare degli anni. Da questo punto di vista, molte aziende hanno iniziato a pensare alla sostenibilità, attuando specifiche strategie produttive volte a limitare gli sprechi e salvare l’ambiente.

Cosa si può fare per salvare l’ambiente?

Troppo spesso ci soffermiamo su ciò che i telefoni cellulari possono fare per noi, senza pensare alle conseguenze di un nuovo acquisto. Sempre più persone usano il proprio dispositivo mobile per questioni lavorative o di svago: tra le molteplici applicazioni disponibili per il download, sempre di più risultano quelle create per usi specifici, come per esempio le app per servizi streaming o quelle relative ai vari giochi online, tra cui le slot gratis, sempre più in voga tra gli appassionati.

Oltre a scegliere un telefono cellulare per le sue caratteristiche, possiamo però affidarci ad altri parametri, come ad esempio i materiali con cui è costruito, dalla plastica riciclata fino alla batteria solare, oppure il livello di controlli riguardanti il reperimento delle materie prime per la produzione. Da qualche anno è nato il concetto di smartphone green, poiché l’impatto ambientale risulta limitato fin dalle prime fasi della produzione.

smartphone

Tra le diverse aziende leader nel settore della telefonia mobile, era sicuramente ai più grandi colossi che andava chiesto lo sforzo iniziale per cercare di dare un segnale chiaro e deciso verso la sostenibilità, e la risposta non si è fatta attendere.

È infatti di un paio di anni fa la notizia del premio dell’ONU, il Climate Action Award, dato alla Apple per il suo impegno nella lotta al cambiamento climatico. Già qualche anno prima erano però arrivati i complimenti all’azienda con sede a Cupertino direttamente da Greenpeace, famosissima associazione non governativa ambientalista che da sempre si batte per la causa ambientale.

Anche Blackberry e Nokia hanno voluto dire la loro, adeguandosi agli standard richiesti per una maggiore sostenibilità. Tuttavia, nessuno si è dimostrato fino ad ora all’altezza di Fairphone, azienda olandese che ha fatto della produzione degli smartphone ecologici il proprio marchio di fabbrica. Riciclo, lunga durata dei materiali e condizioni lavorative di primo livello per i propri operai sono alla base del progetto Fairphone, che punta davvero a rivoluzionare il mondo della telefonia mobile.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009