Shampoo secco: le alternative naturali

Di , scritto il 05 Maggio 2021
Shampoo secco

Quando si ha poco tempo a disposizione e i capelli non sono più molto puliti si può ricorrere all’uso dello shampoo secco, che anche nella sua versione “industriale” offre dei vantaggi dal punto di vista ambientale: richiede una quantità decisamente minore di packaging rispetto agli shampoo fluidi e non contiene conservanti (ottimo sotto il profilo ecologico è anche lo shampoo solido di cui abbiamo parlato di recente).

Ma torniamo allo shampoo nella versione secca: esistono delle alternative naturali a quello comprato in profumeria o al supermercato? Sì, e sono assai economiche, perché realizzabili con prodotti che di solito si tengono in casa.

Uno dei grandi classici è il talco: è sufficiente mettersi a testa in giù nel lavandino, cospargere la chioma di borotalco e massaggiare con le dita. Al termine, utilizzare un asciugamano o una spazzola per rimuovere la polvere in eccesso. Questo prodotto non solo assorbe il sebo in eccesso dai capelli, ma rilascia anche una gradevole profumazione.

Altre opzioni naturali sono il bicarbonato di sodio e l’amido di mais (maizena). A differenza del borotalco, entrambi sono inodori. In particolare la maizena, avendo un colore più neutro, lascia residui molto meno visibili di quelli del talco. Per entrambi sarà sufficiente utilizzare solo un cucchiaio del prodotto, che va sparso sulla cute, lasciato agire per un minuto e infine spazzolato.

Un’ultima alternativa è quella dell’amido di riso, che va applicato in piccola quantità con un massaggio delle mani sulla cute e la radice della chioma con movimenti circolari. Occorre poi lasciare agire per circa un minuto e spazzolare con molta cura le lunghezze per togliere eventuali residui.

In commercio esistono degli shampoo in polvere naturali e rispettosi dell’ambiente, di solito a base di argilla e/o farine di vario tipo, ottimi per assorbire il grasso rendendo i capelli puliti. Sono ideali per detergere la chioma nelle situazioni in cui non si ha a disposizione l’acqua e utili soprattutto per i capelli grassi che hanno la necessità di essere lavati più frequentemente. Anzi, in questo caso non è affatto una cattiva idea optare per un’alternanza tra l’utilizzo dello shampoo tradizionale e quello dello shampoo in polvere che aiuta a risolvere il problema dell’untuosità della chioma.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009