Quanto influiscono i device elettronici sul riscaldamento globale? Parecchio!

Di , scritto il 05 Aprile 2018

A tutti noi risulta spontaneo pensare che i principali imputati per l’inquinamento e l’effetto serra siano le industrie pesanti, i combustibili fossili, la mobilità tradizionale, la produzione di energia elettrica. Le tecnologie digitali e informatiche ci sembrano “pulite”. Uno studio comparso sul Journal of Cleaner Production afferma l’esatto contrario.

Secondo le stime, il settore delle tecnologie digitali (PC, smartphone, tablet, infrastrutture dei data center e delle reti di comunicazione) causerà il 3,5% delle emissioni globali nel 2020 e il 14% nel 2040. Per la maggior parte di queste emissioni è responsabile il settore degli smartphone. Ovviamente non stiamo parlando soltanto dell’utilizzo dei telefoni cellulari che è altamente energivoro – ma anche della loro produzione, che implica l’estrazione di minerali necessari per le parti elettroniche (dall’oro alle terre rare) e che produce un grande dispendio di energia, acqua e risorse – soprattutto in alcune zone della Cina e dell’Africa. Ai minerali si aggiunge l’inquinamento e la produzione di CO2 per l’ottenimento dei materiali plastici e la manifattura vera e propria dell’oggetto.

Quando poi inizia l’utilizzo vero e proprio del device entra in gioco il consumo di energia elettrica: anche se non ce ne rendiamo conto, a ogni messaggio inviato, ogni download di materiale, ogni volta che usiamo lo streaming, carichiamo una foto, chattiamo, giochiamo ecc. da qualche parte nel mondo c’è un server che consuma un’enorme quantità di energia elettrica e produce calore.

Che cosa si può fare per contrastare questi fenomeni? Rinunciare allo smartphone e alle applicazioni per tornare alla vita che facevamo trent’anni fa? Sicuramente no. Però possiamo cominciare sostituendo gli apparecchi con minor frequenza e smaltendo correttamente i RAEE. Con la speranza che chi ci governa favorisca con politiche giuste i data center che si alimentano con energia prodotta da fonti rinnovabili.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009