Fitodecontaminazione: quando le piante aiutano nella bonifica del terreno

Di , scritto il 05 Aprile 2013

L’uso dissennato che l’uomo ha fatto dell’ambiente nell’ultimo secolo ha prodotto risultati mediamente disastrosi, in quasi ogni parte del mondo. Purtroppo il nostro Paese non brilla certo nel panorama globale quanto al modo in cui ha gestito le emissioni nocive, la dismissione di aree industriali e miniere, lo smaltimento dei rifiuti. Il degrado ambientale nel nostro paese tocca vertici preoccupanti in aree come quelle di Porto Marghera a Roma, Porto Torres in Sardegna, Bagnoli in Campania e dell’Ilva a Taranto. I danni sono stati arrecati in un passato neppure troppo lontano quando purtroppo non esisteva una conoscenza completa del danno derivante da attività produttive come quella per la produzione dell’amianto – ritenuto un normale materiale da costruzione e non causa di micidiali patologie polmonari.

Per la bonifica del suolo inquinato da metalli pesanti e per risanare le acque intossicate da sostanze nocive, si fanno sempre più strada le ricerche sulle tecniche di fitodecontaminazione o fitorimediazione (ne abbiamo parlato qui), che prevedono l’utilizzo di vegetali come il girasole o la brassica, capaci di estrarre dal suolo molte sostanze tossiche insieme ai minerali di cui si nutrano. Ovviamente, queste piante non potranno essere utilizzate a scopi alimentari, anzi, dovranno essere opportunamente smaltite. La tecnica ha ovviamente di limiti, perché le piante possono assorbire elementi chimici “fini” e residui idrocarburi, non certo disintegrare interi oggetti come batterie esauste lasciate a marcire nel terreno. Si tratta comunque di una importante opportunità per l’ambiente, una grande scommessa in tema di riqualifica ecologica che, rispetto ad altre tecniche, ha un impatto ambientale residuo veramente bassissimo.

1 commento su “Fitodecontaminazione: quando le piante aiutano nella bonifica del terreno”
  1. giuseppe carletti ha detto:

    Gentile Nicoletta, se volesse approfondire l’argomento le consiglio di collegarsi sul ns. sito, oppure di consultare internet alla voce Stefano Mancuso


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009