Coltivare piante e fiori in città: gli accorgimenti fondamentali

Di , scritto il 05 Febbraio 2014

orto sul balconeUn tempo, noi cittadini eravamo quasi tutti convinti di dover rinunciare al nostro angolo di verde a causa della mancanza di spazio o di tempo. Col tempo fortunatamente le cose sono cambiate! Oggi gli orti metropolitani fioriscono a vista d’occhio e rappresentano il nuovo hobby di molti abitanti delle grandi città.

Ma da dove nasce questa passione degli italiani? Si narra che i primi orti in città nacquero nel secondo dopoguerra a causa della scarsità di frutta e verdura. Oggi questa necessità non è più presente, tuttavia sono altre le motivazioni che spingono molte persone a coltivare il proprio angolo di verde sul balcone o sul terrazzo.

Come molti di noi sanno, i prezzi di frutta e verdura al supermercato sono spesso altissimi. Coltivare un piccolo orto permette invece di risparmiare molto. E ha anche altri risvolti positivi, come quello di allentare lo stress dopo lunghe giornate di lavoro. Oltre agli orti “individuali”, alcune città con amministrazioni particolarmente illuminate come Monza, Milano e Firenze hanno organizzato dei veri e propri orti comunali, mettendo a disposizione di tutti i cittadini pezzi di terreno e attrezzi da giardinaggio in cambio di un modestissimo affitto.

Oltre a verdura, frutta e spezie per uso quotidiano, la coltivazione in balcone o terrazzo è particolarmente adatta anche per piante ornamentali. Tra le piante da terrazzo migliori e più adatte agli spazi urbani vi sono senza dubbio il geranio e l’azalea grazie alle loro caratteristiche di robustezza e adattabilità climatica. Inoltre è possibile anche piantare piccoli alberi come la camelia o anche piante di limone, se si ha un balcone esposto a sud.

Per coltivare in città è necessario prestare attenzione a 3 aspetti fondamentali:
• Una buona esposizione solare, che si traduce in almeno 4 ore di luce al giorno (ma possibilmente di più);
• Irrigazione quotidiana e regolare. L’acqua è l’elemento fondamentale per tutte le piante e per questo la sua somministrazione deve essere costante.
• Attenzione alle malattie. Lo smog e l’umidità possono essere causa di patologie botaniche e presenza di parassiti per questo è necessario prevedere anche dei prodotti disinfettanti naturali come il verderame.

Insomma il giardinaggio in città è possibile, bastano qualche strumento da lavoro e tanta buona volontà!



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009