Sostenibilità in viticoltura: alcuni ottimi esempi da Pacific Rim

Di , scritto il 04 Settembre 2014

Pacific RimPacific Rim è un’importante azienda dello stato di Washington negli Stati Uniti produce uve riesling da cui ricava eccellenti vini da tavola fruttati e di carattere, adatti anche per la cucina dai sapori forti e speziati.

Ci ha colpito molto la passione con cui l’azienda coltiva questa versatile qualità di uve, facendo proprie molte classiche pratiche dell’agricoltura biologica e biodinamica. Ad esempio, bandiscono l’uso dei pesticidi, fertilizzanti e l’irrigazione eccessiva. Ma soprattutto, allevano un gregge di ben 150 pecore che possono vagare liberamente tra i filari e che sono delle naturali e diligenti divoratrici di erbacce.

A livello di vinificazione, l’azienda utilizza soltanto lieviti madre e non lieviti commerciali. Le cantine sono costruiti per ottimizzare l’efficienza elettrica e idrica. I filtri per l’elettrodialisi richiedono meno energia elettrica di quelli tradizionali. Hanno bandito uso della terra diatomacea per la filtrazione, non aggiungono acidi nel processo di vinificazione ma rispettano la naturale acidità delle uve.

Il vino viene imbottigliato in bottiglie a basso peso: una scelta che riduce il consumo di energia per la produzione del vetro e le emissioni di CO2 del 33% rispetto a una bottiglia di vino classica. Da sottolineare che il 50% del vetro usato per le bottiglie proviene da materiale riciclato.

Possono sembrare sforzi apparentemente estremi, ma sono quelli che consentono di produrre uve davvero pure, non adulterate, in armonia con i cicli naturali della Columbia Valley ed esenti da influenze esterne.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009