Progetto Selina: troppo spreco energetico per la modalità stand-by!

Di , scritto il 02 Marzo 2011

Selina è il nome di uno studio che coinvolge varie università europee, tra cui il Politecnico di Milano. Si occupa di misurare l’incidenza del consumo energetico della modalità di attesa. Per intenderci: le miriadi di LED che rimangono accesi nelle nostre case quando lasciamo gli apparecchi elettronici o elettrodomestici in stand-by, ovvero non in funzione, ma pronti all’uso.

Il risultato dei primi resoconti è una doccia fredda: la modalità stand-by brucia l’11% di tutta l’energia impiegata in un anno: una media di 60 euro in più in bolletta a carico di ogni famiglia in Europa. Il colmo è: tutto questo spreco, per non fare assolutamente niente!

Il problema è che uno pensa di aver spento tutto, ma il “morbillo” di display, orologi e spie disseminati per la casa fa comunque girare il contatore. Come abbiamo già spiegato, ogni apparecchio munito di alimentatore esterno, timer, orologio digitale o telecomando prevede la modalità stand-by: televisore, forno, macchina del caffè. La legge europea prevede un consumo massimo di 1 Watt in stand-by. Ma secondo il progetto Selina: un elettrodomestico su tre di quelli prodotti non è a norma, nel senso che consuma più di un Watt.

Qualche esempio di consumo medio annuo per il semplice fatto che la spina sia attaccata:

* macchina da caffè: 7 euro
* tostapane: 4 euro
* forno microonde: 3,50 euro
* stereo compatto: 10 euro (anche senza suonare una nota)
* climatizzatore: 4 euro (anche in inverno se non è scollegato dalla rete)
* spazzolino elettrico: 3,50 euro (anche se la batteria è al massimo della ricarica)
* computer: 7 euro (soltanto per il monitor), 10 euro se si aggiunge il collegamento a Internet mediante modem o router

La soluzione è semplice quanto ancora troppo poco diffusa: basta utilizzare ciabatte dotate di interruttore e ricordarsi di spegnerle. Si può risparmiare tanto e soprattutto evitare di emettere tonnellate di CO2 nell’atmosfera senza alcuno scopo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009