TerraXchange: piattaforma per lo scambio tra terreni incolti e potenziali orticoltori

Di , scritto il 01 Ottobre 2013

terraXchangeTerraXchange è un portale web nato da un’idea brillantissima di Marco Tacconi, un giovane laureato in Agraria di Castelletto Ticino (Novara). In buona sostanza si tratta di un luogo virtuale in cui possono incontrarsi coloro che possiedono dei terreni agricoli lasciati incolti e coloro che sarebbero interessati a coltivarli e mantenerli produttivi. L’obiettivo è favorire la coltivazione di ortaggi e frutta sui fin troppo numerosi appezzamenti abbandonati nel nostro Paese.

Il servizio è offerto gratuitamente. Gli appassionati di orticoltura possono inviare la loro richiesta e i proprietari terrieri possono proporre la loro area incolta. Deve trattarsi di aree non edificabili, che non rendono e con una superficie inferiore ai 10.000 metri quadrati (ovvero, 1 ettaro). Si tratta di terreni non interessanti per le aziende agricole vere e proprie, perché troppo minuscoli. Sono invece tanti i pensionati, i disoccupati, i padri di famiglia e le associazioni che vorrebbero cimentarsi nell’arte di coltivare la terra per produrre quanto serve alla famiglia o, perché no, per guadagnarsi da vivere. Il principio su cui si basa il progetto è quello del baratto: il proprietario mette il terreno a disposizione, in cambio della manutenzione e di parte dei prodotti ortofrutticoli ricavati dall’orto (oppure del valore che se ne ricaverebbe vendendoli).

Il bacino di potenziali utenti esiste e come, e il principio è estensibile anche fuori dai confini italiani. Quando ogni cosa sarà messa a punto, grazie alla mappa satellitare e alla geolocalizzazione sarà possibile visualizzare in tempo reale i terreni. Qual è il vantaggio per il signor Tacconi? Il guadagno che deriverà dalla vendita degli attrezzi agrari e degli arredi da giardino che saranno pubblicizzati sul sito.

Noi siamo entusiasti dell’idea: voi che cosa ne pensate?

1 commento su “TerraXchange: piattaforma per lo scambio tra terreni incolti e potenziali orticoltori”
  1. GIADA ha detto:

    ciao,sono una mamma di tre bambine e dato che ho perso il lavoro,vorrei investire sull’ agricoltura.Purtroppo non possiedo del terreno ma sarei molto interessata al tuo progetto di TerraXchange. Risiedo nel comune di capannori sai indicarmi qualche terreno e informazioni a proposito?


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009