Giethoorn: la città olandese anti-smog dove ci si sposta solo in bici o in barca

Di , scritto il 29 Marzo 2017

Giethoorn è un villaggio ubicato nella parte orientale dei Paesi Bassi, a un paio d’ore da Amsterdam. Oltre che per i numerosi canali e ponti di questa “Venezia olandese”, Giethoorn è anche nota per il fatto che sul suo territorio è possibile muoversi soltanto a piedi, con un’imbarcazione o in bicicletta. In questa cittadina con meno di 3000 abitanti le auto e gli altri veicoli a motore sono state bandite da tempo e si può godere di un’atmosfera idilliaca dove regnano silenzio e semplicità. La città è circondata dal verde della riserva naturale “De Wiede”, un parco naturale costellato da torbiere acquitrinose. Le case sorgono tutte su isolotti collegati tra loro da canali e ponticelli. Da notare che le barche utilizzabili sono soltanto i tipici ‘punter’, imbarcazioni simili a una gondola e manovrabili solo con l’aiuto di un lungo bastone di legno (o con l’ausilio di piccolo motorino).

Interessante anche la storia del villaggio, stato fondato nel XIII secolo da un gruppo di protestanti – i cosiddetti Flagellanti – i cui membri, per sfuggire alle persecuzioni, decisero di rifugiarsi nella provincia olandese di Overijessel, proprio nel cuore di quello che oggi è il parco nazionale Weerribben-Wiede. La nuova popolazione sfruttò l’ambiente acquitrinoso della zona per il trasporto e il commercio della torba, fossile combustibile fondamentale per l’economia dell’epoca. Nacque così la fitta rete di canali che contraddistingue ancora oggi Giethoorn.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009