Oleo Sponge: la spugna assorbi-petrolio che pulirà i mari

Di , scritto il 25 Luglio 2017

Un team di ricercatori americani dell’Argonne National Laboratory è riuscito a mettere a punto una spugna capace di assorbire petrolio fino a 90 volte il suo peso in petrolio. Sarà una soluzione a dir poco ottimale per contrastare gli sversamenti che inquinano e minacciano i delicati ecosistemi costieri.

La spugna anti-inquinamento si chiama Oleo Sponge ed è realizzata in schiuma di poliuretano rivestita al suo interno di molecole oleofile fissate mediante nanostrutture in ossido di metallo. Dopo ogni ciclo d’uso la spugna può essere strizzata e in alcune condizioni il petrolio può perfino essere riciclato.

Finora, per contrastare le devastanti fuoriuscite di petrolio in mare erano state utilizzate barriere o speciali skimmer per rimuovere il petrolio galleggiante, ma quello sotto la superficie dell’acqua era realmente difficile da eliminare, se non mediante disperdenti chimici. In passato sono stati messi a punto anche altri materiali assorbenti, ma non potenti come Oleo Sponge e soprattutto non riutilizzabili, quindi estremamente costosi.

La spugna potrebbe essere disponibile sul mercato tra circa cinque anni.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009