Ufficio a impatto zero, o quasi, è possibile

Di , scritto il 22 Novembre 2017
impatto zero

Fonte immagine: Elle Decor

Il delicato tema dell’inquinamento ambientale ha assunto, negli ultimi anni, contorni preoccupanti. Ecco perchè i grandi Paesi del mondo hanno dato il via ad una serie di iniziative eco sostenibili atte a diminuire la percentuale di inquinamento ambientale.

Così tutto diventa eco – sostenibile, anche gli uffici presenti nelle nostre città. Perchè anche nella vita lavorativa possiamo e dobbiamo fare di più per salvaguardare il nostro ambiente. Ed in questo scenario si fanno largo i prodotti ecologici con costi in linea con i prodotti tradizionali, pur essendo più durevoli nel tempo. Il risparmio, infatti, deriva anche da un impiego nel lungo periodo, visto che lo smaltimento dei vari dispositivi del nostro ufficio non è di certo semplice ed è molto inquinante.

Grazie ad alcuni piccoli provvedimenti è possibile risparmiare ed aumentare le performance ambientali del proprio ufficio, in relazione anche all’emissione di CO2 nell’aria. Innanzitutto per fare ciò è bene affidarsi alle nuove tecnologie. Come, ad esempio, al fax online. Questa nuova versione ha di fatto mandato in pensione il fax tradizionale, rendendo disponibile sul web – attraverso il pc o lo smartphone – un servizio indispensabile per ogni ufficio. Col fax online si abbattono i costi relativi all’acquisto del fax tradizionale, ma non solo. Con questa nuova tecnologia si dà uno sguardo serio allo spreco della carta, visto che i file corrono sul web senza la necessità di avere a che fare con le migliaia di fogli volanti. Con il fax online, inoltre, si risparmia sui costi della linea telefonica dedicata, indispensabile per il funzionamento del fax tradizionale, e si azzerano i consumi del toner, da sempre grande nemico dell’ambiente. Un piccolo trucchetto questo, molto utile, per regalare al proprio ufficio uno strumento indispensabile, ma in ogni caso eco – sostenibile.

Le nuove strutture, figlie della cosiddetta architettura leggera, sono costituite di prefabbricati in calcestruzzo alveolare creati con materie prime disponibili a chilometri zero, come sabbia e inerti, e con un basso contenuto di cemento. In questo modo si riduce di circa 28 volte le emissioni di CO2 e l’impatto ecologico rispetto al calcestruzzo tradizionale.

Per gli interni è bene scegliere soluzioni minimal ed oggetti che offrano buone prestazioni ed un basso consumo energetico. I famosi climatizzatori, ad esempio, vanno utilizzati con criterio, nel pieno rispetto delle norme vigenti sulle temperature da impostare in ufficio sia in inverno che in estate. Spesso, però, ci troviamo di fronte ad ambienti iper-riscaldati d’inverno, e iper-refrigerati d’estate. In questo modo non si fa altro che aumentare l’emissione di CO2 nell’ambiente.

Su questo modello è stato costruito l’ufficio moderno più famoso al mondo: casa Magu. Si tratta di un ambiente totalmente green in costante collegamento con le colline californiane di Malibu, a cinquanta miglia da Los Angeles. L’ufficio del futuro è totalmente immerso tra licheni, piante grasse e vegetazione locale. A progettarlo l’architetto Stephane Malka. Un progetto innovativo che si sposa alla perfezione con la ricerca dell’ufficio del futuro ad impatto zero e che pone le basi per quello che sarà il mondo del lavoro del futuro.


1 commento su “Ufficio a impatto zero, o quasi, è possibile”
  1. antonio ha detto:

    ottimo articolo, spiegato con cura e competenza


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009