Allacciamento luce e gas: che cos’è e come bisogna richiederlo?

Di , scritto il 20 Dicembre 2016

luce gas tariffe risparmioCon l’allacciamento si possono installare e collegare i contatori di luce e gas di casa alle reti di distribuzione locale. Ecco procedure previste.

L’allacciamento della luce e del gas viene richiesto quando bisogna collegare gli impianti della propria abitazione alla rete di distribuzione locale. Questo tipo di operazione viene eseguita ad esempio quando viene costruita una nuova abitazione bisogna collegare i contatori di luce e gas agli impianti di distribuzione della rete locale, oppure quando si passa ad un riscaldamento a metano. In questo articolo ci occuperemo proprio delle procedure e delle tempistiche previste per la realizzazione dell’allacciamento luce e gas.

Allacciamento luce e gas: quali sono le procedure da seguire?
Per richiedere l’allacciamento luce e gas si possono seguire due diversi iter: si può contattare direttamente l’impresa di distribuzione, oppure il fornitore di energia. In quest’ultimo caso sarà proprio la compagnia energetica scelta a occuparsi dell’intera gestione della richiesta, inoltrando la domanda del cliente al distributore locale. A tal proposito occorre ricordare che la richiesta di allacciamento luce e gas sarà vincolata alla sottoscrizione di un’offerta luce e/o gas.

Se si decide di intraprendere questa soluzione, sarà quindi opportuno effettuare una valutazione preliminare delle offerte proposte dai vari operatori per avere la certezza di scegliere le offerte luce e gas casa più convenienti tra quelle presenti sul mercato. Fatto questo primo passo bisognerà contattare la compagnia e seguire le procedure previste per questi casi.

Quali dati occorrono per chiedere l’allacciamento delle utenze?
In linea generale, la richiesta di allacciamento luce e gas può essere inoltrata via mail, fax o posta; presso gli sportelli di vendita della compagnia presenti sul territorio o contattando il numero verde per l’assistenza alla clientela. Molte compagnie offrono ai propri clienti anche la possibilità di scaricare direttamente dal sito l’apposita modulistica che dovrà essere compilata e rispedita alla compagnia. I dati necessari per inoltrare la propria richiesta sono:

  • i dati personali dell’intestatario del contratto di luce e/o gas;
  • l’indirizzo esatto e i dati catastali dell’immobile;
  • nel caso della fornitura luce, la potenza disponibile richiesta ovvero il numero di chilowatt;
  • per il gas la finalità d’impiego, ovvero riscaldamento, acqua calda o cottura.

Quali sono le tempistiche previste?
I tempi tecnici previsti per l’allacciamento di luce e gas sono variabili e in genere dipendono dalla difficoltà dei lavori da realizzare. Possono oscillare da un minimo di 15 giorni per i lavori più semplici (ad esempio l’installazione dei contatori e il prolungamento dei cavi/tubature) fino a un massimo di 60 giorni per gli interventi più complessi.

La realizzazione dei lavori viene effettuata sempre in seguito alla presentazione di un preventivo che il fornitore/distributore presenterà al cliente. In questo documento verrà spiegato il tipo di intervento e l’ammontare della spesa. Occorre precisare che i costi dell’intervento sono sempre a carico del richiedente e la validità del preventivo non supera i tre mesi. Una volta scaduto questo termine, il cliente dovrà effettuare nuovamente l’operazione.

Quanto costa la realizzazione di questo tipo di operazione?
Il costo previsto da questo tipo di intervento si compone di diverse voci di spesa e varia in base al tipo di intervento previsto, se permanente o temporaneo. In merito al costo, questo prevede:
* quota distanza: ovvero la distanza lineare che intercorre tra l’immobile e la più vicina cabina di trasformazione; sono previsti degli importi fissi a seconda delle distanze.
* quota potenza: ovvero la potenza del contatore richiesta dal cliente;
* quota fissa: ovvero i costi amministrativi sostenuti dal distributore per realizzare l’allacciamento, che ammontano a 27.03€.

Per ricevere maggiori informazioni è possibile anche visitare il sito dell’Autorità per l’Energia, accedendo alla sezione L’Atlante dei Diritti del Consumatore, dove sono riportate tutte le informazioni e i dettagli utili per gestire al meglio le forniture di luce e gas.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009