Genus Hybrid Flex in Net: il sistema ibrido da incasso gestibile con un’app

Di , scritto il 19 Giugno 2017

Uno dei migliori esempi di sistemi ibridi da incasso attualmente in commercio è il modello Genus Hybrid Flex in Net di Ariston, che combina le prestazioni di una caldaia a condensazione e una pompa di calore, includendo un bollitore da 150 litri per il sanitario. Il sistema ibrido garantisce il massimo comfort domestico ogni giorno dell’anno, provvedendo al riscaldamentoraffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria.

Si tratta di un impianto ideale per le nuove costruzioni poiché rispetta i requisiti di copertura del fabbisogno da fonte rinnovabile.

Da ultimo, ma non meno importante, Genus Hybrid Flex in Net è un sistema gestibile con la estrema facilità grazie alla connessione Internet preinstallata e mediante l’app gratuita per smartphone Ariston NET (di cui abbiamo già parlato a suo tempo qui) e predisposto per l’attivazione della teleassistenza Ariston – pronta a intervenire in remoto in caso di circostanze impreviste, in alcuni casi riavviando l’impianto.

Le prestazioni dell’impianto (ripetiamo: riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sanitaria) sono di altissimo livello nonostante l’ingombro ridotto al minimo e la facilità di installazione. La gestibilità in remoto favorisce non soltanto il controllo, ma anche il monitoraggio dei consumi, con indubbio risparmio di tempo e denaro.

Scendendo leggermente più nei dettagli del funzionamento, vediamo come i tre principali componenti dell’impianto (la caldaia Genus Premium EVO IN System da 25 kW, la pompa di calore che funziona fino a -20 °C e il bollitore da 150 litri) vengono gestiti da una centralina, l’energy manager, che seleziona quale sia il generatore più conveniente da attivare in base alle condizioni esterne e alla richiesta di calore dagli interni domestici. Può attivare soltanto la pompa di calore oppure soltanto la caldaia oppure entrambe – sempre ottimizzando resa e consumi. In linea di massima la pompa di calore arriva a coprire la maggior parte della richiesta di riscaldamento. Nei periodi molto freddi le si aggiunge il supporto della caldaia a condensazione. L’utente ha anche la possibilità di programmare due diverse zone della casa grazie all’apposito kit idraulico per la gestione di due zone solo caldo che richiedono due diverse temperature.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009