Energie rinnovabili

Di , scritto il 16 Giugno 2017

energie rinnovabiliLa Commissione Europea porta avanti dal 2003 un programma di supporto alle piccole e medie imprese che vogliono introdurre nel proprio business le energie rinnovabili, e contribuire alla salvaguardia dell’ambiente sfruttando energia pulita e risparmiando al contempo sulla bolletta.

Si tratta del Programma Intelligence Energy Europe, uno strumento con lo scopo di avviare le imprese alla sostenibilità tramite finanziamenti, e di educarle alla tutela ambientale sostenendo iniziative come l’ultima Training Week organizzata dall’IEA (Agenzia Internazionale per l’Energia), cui hanno partecipato oltre 130 rappresentanti delle politiche internazionali provenienti da 45 paesi in via di sviluppo.

L’obiettivo del Programma, portato avanti dall’Agenzia Europea per le piccole e medie imprese (EASME), è di raggiungere entro il 2020 i target europei di taglio del 20% delle emissioni nocive in atmosfera, di migliorare l’efficienza energetica del 20% e di aumentare del 20% l’utilizzo delle energie rinnovabili in Europa.

Le politiche di efficienza energetica sono nate dapprima a livello internazionale, e in ambito europeo hanno preso la forma di regolamenti, direttive e bandi in favore delle imprese appartenenti a tutti gli Stati Membri.

Secondo L’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA), organizzazione di cooperazione e ricerca per la creazione di un futuro sostenibile, in Italia lo sfruttamento di energia “verde” è aumentato notevolmente dal 2000 al 2016, specie per quanto riguarda l’energia solare e l’energia idroelettrica.

Gli operatori nazionali dei settori gas e dell’energia elettrica, hanno abbracciato da tempo le politiche mondiali ed europee di sostenibilità, immettendo nel mercato soluzioni che sfruttano le energie rinnovabili. Grandi aziende come Enel, Eni, E.On, Iren, A2A, AGSM e Gas Natural offrono la possibilità ai propri clienti di risparmiare tramite l’utilizzo di energia verde e di contribuire alla difesa dell’ambiente.

Per assicurarci la fornitura di energia verde, non bisogna ricorrere necessariamente a impianti costosi come pannelli fotovoltaici. È sufficiente optare per un operatore energetico che fornisce energia elettrica green. Soluzioni di questo tipo, oltre a contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2, consentono a volte di risparmiare rispetto alle tariffe di maggior tutela. Spesso le compagnie propongono mix energetici che includono sia fonti tradizionali sia energie derivanti da impianti ecosostenibili. Il risparmio varia ovviamente a seconda dei consumi, dei componenti del nucleo familiare e delle fasce orarie di utilizzo.  Per scegliere la soluzione più conveniente e la fornitura su misura in base al profilo di consumo, cercando di conciliare esigenze di risparmio con un minore impatto sull’ambiente, è utile vagliare tutte le offerte disponibili, utilizzando ad esempio il servizio di confronto delle tariffe di luce e gas di Facile.it.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009