Trasformare l’aria in acqua senza consumare energia: la sfida del futuro

Di , scritto il 14 Febbraio 2017

Forse in un futuro non troppo lontano sarà possibile ottenere l’acqua che ci serve prendendola dall’aria. Ma non come fanno attualmente i deumidificatori, bensì senza consumare energia.

Il dispositivo che vedete nell’immagine si chiama DC03 ed è stato messo a punto da Ap Verheggen, fondatore di SunGlacier, gruppo di ricercatori specializzati nell’estrazione dell’acqua dall’atmosfera, sfruttando l’energia solare. Questo impianto è alimentato a energia solare e, sfruttando la tecnologia delle celle di Peltier opera senza bisogno di batterie o invertitori di corrente. Il DC03 è un dispositivo capace di produrre una piccola quantità di acqua pulita ogni giorno.

La cosa più interessante è che questo progetto è open-source e quindi reso disponibile a chiunque possa dare un contributo per il suo miglioramento. In pratica, l’impianto è formato da un componente elettronico di forma quadrata, molto piccola e sottile che, collegata all’elettricità generata da un pannello solare, si riscalda da un lato e si raffredda dall’altro. Il lato freddo a sua volta raffredda un cono, in modo tale che quando l’aria entra in contatto con il cono freddo l’umidità dell’aria inizia a condensarsi e produce goccioline di acqua – che possono essere facilmente raccolte in un recipiente sottostante. Il sistema è più efficace quando la differenza di temperatura è notevole. In altri termini, si genererà più acqua nei luoghi caldi, come i deserti o le zone tropicali. Al momento può generare mezzo bicchiere d’acqua ogni sei ore, ma ovviamente funziona soltanto nelle ore di luce del giorno.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009