Piantare 100.000 alberi al giorno: si può fare, con i droni

Di , scritto il 13 Settembre 2017

Sul nostro pianeta si abbatte una media di 15 milioni di alberi l’anno e se ne ripiantano soltanto 9 milioni. La perdita è dunque ingente e richiede interventi fattivi e massicci. Purtroppo la piantumazione ha un costo e genera guadagno soltanto a distanza di anni, perciò non sono sufficienti le iniziative in tal senso. Ma la tecnologia può aiutare. L’azienda britannica BioCarbon Engineering, insieme al fabbricante di droni Parrot, ha messo a punto l’utilizzo di tali velivoli per riuscire a piantare fino a 100.000 alberi al giorno, anche in aree di difficile accesso. Il funzionamento dei droni è di questo tipo: viene scansionata la topografia del territorio per creare una mappa tridimensionale e progettare una semina efficiente. Il drone viene caricato con semi già germinati e li disperde sul suolo a una velocità di un seme al secondo. Secondo gli esperti questo metodo è circa 10 volte più rapido di quello impiegato attualmente e costa la quinta parte, poiché non si impiegano macchinari pesanti. La tecnologia di BioCarbon è già stata provata in vari luoghi, tra cui i siti delle miniere storiche di Dungog in Australia.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009