Come arredare un giardino romantico all’inglese

Di , scritto il 12 Maggio 2017

Anche voi siete rimasti affascinati dallo stile inglese, magari perché l’avete visto in un film o in una foto, e vorreste riprodurlo anche nel vostro giardino, con un po’ di sano fai-da-te? Allora siete sulla strada giusta, dato che questo stile (risalente al XVIII secolo) è uno dei trend più interessanti per gli spazi esterni, soprattutto perché interamente improntato al verde e alla preponderanza della natura sulle componenti installate dall’uomo. Nonostante questo, però, non bastano piante e natura: l’arredamento gioca infatti un ruolo essenziale per realizzare un giardino romantico che sia davvero in puro stile inglese. E oggi vedremo i migliori consigli per raggiungere questo affascinante scopo.

Giardino all’inglese: le piante per uno stile paesaggistico

Le piante sono una componente essenziale per un giardino romantico all’inglese: come accennato poco sopra, infatti, la migliore caratteristica che traccia l’unicità di questo stile, è la totale immersione nella freschezza e nei colori della natura, i cui profumi avvolgono stimolando i sensi di chi vive un giardino all’inglese. E non è casuale che il secondo nome di questo trend sia “giardino paesaggistico”. In realtà non esistono piante ideali o meno per questa tipologia di giardino: l’importante è che, pur essendo curate, diano l’impressione di essere incolte e dunque frutto di un ambiente selvaggio. A impreziosire ulteriormente questo fattore, la presenza di piccoli boschetti e aiuole arricchite da coloratissimi fiori. Da sottolineare che questa preponderanza della natura ben si adatta sia ai grandi giardini, che a quelli più piccoli.

L’importanza delle luci per creare un giardino romantico

Le luci sono importantissime, in quando componente fondamentale di un giardino all’inglese che sappia come stuzzicare i sensi e i sentimenti, grazie appunto all’illuminazione e alle tinte che, di sera, trasformano questo giardino in una autentica culla per l’animo. Questo significa che non basta illuminare il giardino, ma anche cercare una componente che sia di stile ed elegante, per restituire una atmosfera da sogno. Su Internet, ad esempio, potete trovare negozi specializzati come Unopiù, che vi mette a disposizione una vasta gamma di luci per l’illuminazione esterna, così da riprodurre alla perfezione lo stile dei giardini all’inglese. E non dimenticatevi dei tavolini e delle sedie in ferro battuto, possibilmente invecchiate ad arte.

Gli altri elementi fondamentali per un giardino all’inglese

Non solo vegetazione a perdita d’occhio, non solo illuminazione coinvolgente: un giardino all’inglese può essere definito tale quando anche i dettagli dell’arredo vengono curati al millimetro. Ci riferiamo all’aggiunta di una serie di componenti che valorizzano la natura, create dall’uomo ma comunque in totale simbiosi con la vegetazione, come ad esempio i laghetti e le cascate artificiali, impareggiabile fonte di romanticismo per via dello scorrere dell’acqua. Esistono poi altri consigli ideali per creare un giardino all’inglese, senza per questo far trasparire in modo eccessivo la mano umana: i vialetti, che dovranno essere sinuosi e dare la sensazione di libertà e di mistero, dunque l’assenza di un percorso netto e prestabilito. Infine, spazio alle colline: la linearità non fa parte dello stile inglese, e questo vale anche per le superfici.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009